>
Obbedisco. Inno dei Cacciatori delle Alpi. Parole di C.A. Sabatini. Musica di Menotti Saltamerenda (Dottori, Gerardo, copertina) Menotti Saltamerenda
€705.00
= €700.00 + €5.00
Disponibilità: Prodotto disponibile Consegna: 2-4 giorni Stato del prodotto.: Usato
Offerta aggiornata il 7/24/2021
S. l., 51° Regg. Fanteria (Alfieri & Lacroix inc. imp. Milano), [1917] s. d., Edizione originale, emissione formato cartolina. Eccellente esemplare viaggiato il 22 giugno 1917 e indirizzato dal compositore Menotti Saltamerenda al capitano Guglielmo Fagioli «comandante la 9a compagnia 16° fanteria Zona Guerra»; elegante firma autografa del compositore. Rarissimo spartito che recupera l’inno garibaldino attualizzandolo all’occasione della prima guerra mondiale. Dedicatoria al colonnello Nicola De Maria del 51° Reggimento Fanteria. Fu pubblicato nel 1917 dalla ditta musicale Ricordi di Milano nel formato classico dello spartito in 4°, autocopertinato di dieci pagine; quindi in questo formato cartolina dove l’intestazione è riprodotta come in facsimile di autografo e lo spartito è ridotto a pura voce. Si tratta dell’esordio assoluto del pittore futurista umbro Gerardo Dottori, che compone un bel quadro puntinista dove già si intravede l’attenzione maniacale alle curvature di luci e colori. Anche il perugino Menotti Saltamerenda (1893-1974; nome di battaglia: SALTA) fece parte del gruppo futurista umbro, «che, di lì a poco, sarebbe entrato in sintonia con le tradizioni garibaldine ancora vive nell’ambiente perugino per la presenza del comando di una Divisione come la "Alpi" (erede diretta del corpo dei Cacciatori delle Alpi, costituito nel 1859 da Garibaldi. Quando cominciarono a spirare venti di guerra, a partire dall’estate del 1914, gli aderenti al gruppo futurista dettero fiato alle corde nazionaliste e interventiste. Il musicista Menotti Saltamernda compose […] "Obbedisco", contributo diretto all’esaltazione della brigata garibaldina, il cui spartito venne illustrato da Dottori con un’immagine di Garibaldi, colto di profilo e immerso in una veduta montana tra bagliori di luce, divendendo, poi, anche cartolina di propaganda per le truppe» (Duranti). Salaris, Futurismo postale (2019), pp. 109-110 (con qualche imprecisione); Duranti, Dottori catalogo generale, p. 82 e 859; Fanelli & Godoli, Il futurismo e la grafica, cap. L’illustrazione, tav. XXXVII n. 79 139 x 91 mm, cartolina a bifolio con copertina illustrata da Dottori, spartito e testo a specchi all’interno, precompilato per invio postale in quarta pagina. Edizione originale, emissione formato cartolina. Eccellente esemplare viaggiato il 22 giugno 1917 e indirizzato dal compositore Menotti Saltamerenda al capitano Guglielmo Fagioli «comandante la 9a compagnia 16° fanteria Zona Guerra»; elegante firma autografa del compositore.
Codice Promozionale
Nessun codice promozionale disponibile per questo prodotto