Cappe

Guida all'acquisto di Cappe

Introduzione

La cappa è un elettrodomestico per la cucina pensato per eliminare i fumi e gli odori della cucina. Come per ogni elettrodomestico, ne esistono varie tipologie con funzionalità e caratteristiche diverse, anche se l’obiettivo rimane il medesimo: aspirare i fumi di cottura, purificare l’aria della cucina da essi, ed eliminare gli odori senza essere costretti a spalancare le finestre, per rendere la cucina un ambiente sano e igienico indipendentemente da quanto la si usi. I vari modelli di cappe sono diversificati tra loro in base alla loro funzione e al tipo di installazione, posizione e forma.

Funzioni

Esistono due tipi diversi di cappe:

-Cappa aspirante: questo tipo di cappa indirizza l’aria aspirata all’interno della cucina verso l’esterno tramite un condotto, meglio conosciuto come canna fumaria. I fumi escono dunque all’esterno e dispersi.

-Cappa filtrante: contrariamente a quello che succede con la cappa aspirante, la cappa filtrante non convoglia l’aria aspirata all’esterno, bensì la depura, facendola passare tramite dei filtri, e la reimmette nella cucina stessa depurata.

E’ importante notare che anche nella cappa aspirante sono presenti filtri, che vanno sostituiti periodicamente.

Tipo d'installazione e Forme

Le cappe si differenziano anche per il tipo di installazione, e possono essere


-Ad incasso: questa è la tipologia più diffusa nelle nostre cucine. Si tratta di un elettrodomestico incluso nel mobile della cucina più vicino alla zona cottura (quindi, nella maggiorparte dei casi, nel mobile sovrastante i fornelli), ed è principalmente utilizzato nelle cucine di stampo classico dal design tradizionale, in quanto la cappa è parzialmente o, addirittura, completamente nascosta grazie a mobili ad hoc, che ne permettono l’integrazione con l’arredamento senza comprometterne le funzionalità.


-A vista: queste cappe, a differenza delle precedenti, sono cappe semi- o totalmente a vista, che sono spesso utilizzate nella cucine con una soluzione di design più particolare e ricercata, come ad esempio, le cappe sospese sopra le cucine ad isola, le cappe d’acciaio satinato che diventano elementi di design veri e propri, etc.

Manutenzione ed Uso

Come accade per ogni elettrodomestico, è importante effettuare una corretta manutenzione della vostra cappa. Il primo passo è quello di controllare periodicamente i filtri e di sostituirli. La tempistica di sostituzioni dei filtri, sia per le cappe di tipo aspiranti, sia per le cappe filtranti, varia da modello a modello, non solo per le caratteristiche proprie di ogni elettrodomestico, ma anche dal vostro uso della cucina: ad esempio, se cucinate molti alimenti fritti, o che creano molta condensa e fumi, è opportuno che voi cambiate i filtri spesso. Una mancata sostituzione dei filtri, infatti, riduce moltissimo l’efficacità del potere di depurazione della cappa.


E’ inoltre possibile, nella maggiorparte dei modelli in commercio, procedere ad una pulizia di alcune zone interne dell’elettrodomestico, per evitare il deposito di grasso e unto, che, a lungo andare, possono non solo danneggiare la funzionalità della cappa, ma anche i componenti strutturali stessi. Come per ogni elettrodomestico, bisogna prestare un’altissima attenzione durante le operazioni di pulizia: bisogna ricordarsi di staccare la spina dell’elettrodomestico e di non usare prodotti chimici che potrebbero causare corti circuito e, di conseguenza, danni irreparabili all’elettrodomestico o, addirittura, all’impianto elettrico della vostra casa; sì invece ad asciugamani di carta o spugne leggermente inumidite e ben strizzate.

E’ inoltre buona norma, rispetto all’utilizzo stesso della cappa, accendere l’elettrodomestico alcuni minuti prima dell’inizio della cottura, e spegnerla alcuni minuti dopo: in questo modo, i fumi e i vapori verranno aspirati correttamente, e l’elettrodomestico potrà essere utilizzato al pieno delle sue funzionalità!

Normative e Sicurezza

Normative

Per regolamentare l’uso di questo elettrodomestico sono stati introdotte, tramite il Decreto Ministeriale 37/08, alcune normative a cui bisogna attenersi per l’installazione di una nuova cappa. Queste norme prescrivono:

che venga praticato un foro  in entrata per l’ossigenazione dell’ambiente, da realizzare nella parta bassa della parete che comunica con l’esterno, di superficie netta di almeno 100cm2, e

che venga praticato un foro in uscita per lo scarico dei fumi della parte alta della parete che comunica all’esterno, a circa due metri e mezzo dal pavimento.

Sicurezza

Trattandosi di un elettrodomestico dalle funzioni molto importanti e regolamentato da normative ministeriali, è bene affidarsi ad un esperto per l’installazione, e per la scelta dello stesso. Sarà fondamentale, infatti, che un tecnico specializzato possa sia consigliarvi, dopo aver valutato professionalmente la situazione e la disposizione della vostra cucina, il tipo di cappa che più si addice alle caratterristiche della vostra casa, sia installare correttamente l’elettrodomestico, adempiendo alle misure di sicurezza e le normative vigenti.