Videoproiettori

Guida all'acquisto di Videoproiettori

La tecnologia

Il videoproiettore è un prodotto sempre più diffuso nelle case italiane, che permette di proiettare immagini da 1 a 8 metri di altezza su un muro o su un telo verticale. Il proiettore ha una grande versatilità d'utilizzo: presentazioni professionali (documenti in PowerPoint, ad esempio), home cinema, film in 3D, TV HD e molto altro. Scegliere il videoproiettore più adatto alle tue esigenze dipenderà dall'uso che intendi farne, perché in base ad esso potranno variare le tue necessità in termini di contrasto, luminosità e definizione delle immagini, che fanno la differenza tra un proiettore e l'altro. La scala dei prezzi dei proiettori è compresa tra i 1000 e i 12000 euro, ed è più facile da comprendere se ci si concentra sulle specifiche funzionalità dei differenti modelli.

Prendiamo ora in considerazione le tre differenti tipologie di videoproiettori.

La più vecchia fa uso della tecnologia Tri LCD. Contrariamente alle altre due, che utilizzano degli specchi, la tecnologia dei videoproiettori Tri LCD si basa su un sistema a cristalli e campi elettrici per creare un'immagine. Ciò spiega perché la perdita di luminosità è minima, le lampade sono meno intense e le ventole meno potenti (col vantaggio di evitare alti livelli di rumorosità del proiettore). Proiettori di questo tipo produrranno un'immagine stabile e luminosa, ma con un contrasto relativamente debole. E' possibile, quindi, assistere ad un effetto zanzariera, che rende la matrice dei pixel particolarmente visibile, oppure ottenere delle leggere ombre sulle immagini. Poiché le impostazioni sono semplici e il prezzo interessante, questi videoproiettori restano i più diffusi sul mercato.

I proiettori DLP (Digital Light Processing), che hanno un costo più elevato, offrono un contrasto migliore e un'eccellente qualità d'immagine. Tuttavia, una minoranza della popolazione sarà sensibile a certe distorsioni cromatiche, come i flash colorati o l'effetto rainbow. Questi videoproiettori hanno delle impostazioni semplici. La lampada è più sollecitata (e dura dunque meno a lungo), mentre il livello di rumore tende ad essere più importante.

I proiettori LCOS sono, infine, i più costosi, perché rimediano agli inconvenienti riscontrati nei due precedenti tipi di tecnologia. La loro immagine è stabile, precisa, ad alto contrasto e con una resa dei colori eccellente.

Proiettori 3D

Un videoproiettore 3D è, in sostanza, un proiettore compatibile con le sorgenti 3D, che produrrà immagini "in rilievo" quando le guarderai con gli occhiali 3D.
Gli stessi vantaggi, inconvenienti e caratteristiche di cui sopra si trovano anche nei videoproiettori 3D: è bene, dunque, pensare sempre al contrasto, alla luminosità e alla definizione prima di fare una scelta. I due criteri a cui dovrai fare particolarmente attenzione con un proiettore 3D saranno la compatibilità 3D del proiettore e degli occhiali, che possono essere venduti insieme o meno.

In termini di compatibilità 3D, sul mercato esistono due tipi principali di videoproiettore 3D. I proiettori 3D DLP HD Ready funzionano con gli occhiali DLP-Link. L'altra categoria di videoproiettori 3D è quella dei proiettori compatibili HDMI 1.4, che sono generalmente venduti con gli occhiali 3D.

Luminosità

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, per la scelta di un proiettore, il contrasto è una migliore garanzia di qualità dell'immagine rispetto alla luminosità. Il contrasto, misurato in lux, ti consente di vedere dettagli più precisi e colori più profondi. Ti consigliamo un contrasto tra 1500:1 e 4000:1 per un utilizzo home cinema del tuo proiettore, sapendo che più il livello di contrasto sarà elevato, migliori saranno le tue immagini.

Le tue esigenze di luminosità, espresse invece in lumens, dipenderanno dall'uso che farai del proiettore. Più ci sarà luce ambientale, più la dimensione dell'immagine finale sarà importante, e più il proiettore sarà lontano dallo schermo, più dovrà essere luminoso.

Per un uso home cinema del proiettore, al buio, ti consigliamo un valore tra i 300 e i 1500 lumens, in funzione della grandezza dello schermo. Uno schermo di 2 metri richiederà circa 300 lumens, uno di 3 metri 1000 lumens e uno di 4 metri 1500 lumens. Ci vorrà, invece, un proiettore con un minimo di 2000 lumens per una presentazione in una piccola sala riunioni. Questo valore raggiungerà i 3000 lumens per una proiezione su grande schermo in una sala molto luminosa.

Definizione

La definizione dell'immagine è espressa in pixel e aumenta in modo direttamente proporzionale al numero dei pixel stessi. Se il proiettore è usato per presentazioni professionali, la cosa più semplice è allineare la sua definizione con quella del computer utilizzato. Per vedere dei video col tuo proiettore, la definizione dipenderà dal formato (4:3 o 16:9) e dalla definizione della sorgente. Per esempio, se il tuo videoproiettore proietta un'immagine TV classica in 4:3, ad esempio una partita di calcio, una definizione di 800x600 punti sarà sufficiente. Un'immagine 16:9 di un film avrà, invece, bisogno di una migliore definizione (1024x576 punti, ad esempio).

Per finire, con una sorgente TV HD o un DVD HD, ti consigliamo di scegliere un videoproiettore con una matrice HD. Con il boom dell'alta definizione, un proiettore compatibile, che possa anche trasformarsi in videoproiettore 3D, è una scelta eccellente. I meno cari sono i proiettori "HD Ready", con un numero di pixel due volte superiore alla definizione standard. Per una qualità senza eguali, ma un prezzo elevato, opta per un proiettore "Full HD": con una definizione di 1920x1080, è un videoproiettore che va largamente oltre la sua categoria in termini di qualità d'immagine.

Considera che, con delle fonti multiple, non sarà forse possibile unificare la definizione del tuo proiettore. In tal caso, il proiettore procederà ad adattare la definizione della sorgente a quella del proiettore. Le migliori tecnologie sul mercato impiegate nei proiettori sono la VXP di Gennum e HQV Realta di Silicon Optix.

Altri aspetti

La ventola del proiettore raffredda la lampada, producendo un suono non trascurabile, espresso in dBA. Per un proiettore home cinema, suggeriamo un valore da 25 (quasi inudibile) a 30 dBA (molto percepibile).
Per lo schermo, ti consigliamo il formato 16:9, sia per la qualità, sia per la compatibilità con la maggior parte di sorgenti esistenti e di prossima realizzazione.

Il proiettore viene posizionato, in genere, a distanze che vanno da 1 a 8 metri, a seconda della sua funzione. Tuttavia, ricorda che la dimensione dell'immagine proiettata determinerà la luminosità richiesta e, di conseguenza, il prezzo del proiettore. Lo schermo potrà essere fisso, avvolgibile a tendina, elettrico e via dicendo: a te la scelta!

Quanto all'obiettivo di proiezione, la focale determina l'angolo di proiezione: più la focale è corta, più il proiettore può essere messo vicino allo schermo. Considera anche che più l'apertura dell'obiettivo è grande, più la messa a fuoco del videoproiettore risulterà facile. E ancora: più potente è lo zoom, più potrà essere grande la dimensione dell'immagine. Per finire, la funzione "Lens Shift" consentirà di installare il proiettore lateralmente rispetto allo schermo.

La lampada è il solo elemento del proiettore che dovrai sostituire periodicamente. Le più utilizzate (UHP) durano all'incirca 3000 ore e costano attorno ai 350 euro. Ipotizzando un uso intensivo del videoproiettore (ad esempio, la visione di un film al giorno) una lampada ti durerà circa 3 anni.

Per la connettività del tuo proiettore, preferisci quello digitale all'analogico per avere una migliore qualità. Ti consigliamo, infine, di pensare al numero di sorgenti che utilizzerai con il tuo proiettore.